PARTIRE È UN PO’… VIVERE

Sono capace di lasciare tutto e donarmi agli altri? È quanto si domandano i ragazzi del gruppo Giovanissimi di Sassari.

Siamo il gruppo Giovanissimi della parrocchia di S. Pio X a Sassari, un gruppo di ragazzi dal post-cresima fino ai 17/18 anni, e ci ritroviamo una volta alla settimana.
Poco lontano dalla nostra Parrocchia c’è una Casa famiglia per carcerati gestita da una comunità di Suore delle Poverelle.
Due di loro, suor Cristiana e suor Piereugenia, sono venute ai nostri incontri e ci hanno portato una testimonianza su sei suore delle Poverelle, tutte missionarie in Congo e morte nel 1995 per un’epidemia di ebola: suor Floralba Rondi, suor Clarangela Ghilardi, suor Danielangela Sorti, suor Dinarosa Belleri, suor Annelvira Ossoli e suor Vitarosa Zorza.
Suor Cristiana ci ha introdotto alla storia delle sei suore con una breve panoramica della Congregazione, e poi ci ha presentato brevemente le sei Venerabili consorelle.
In un secondo momento ci siamo divisi in tre gruppi, ognuno dei quali ha letto la storia di due delle sei suore e ha riflettuto su quanto di esse ci ha colpito.
Infine ci siamo ritrovati tutti insieme e ogni gruppo ha condiviso ciò che aveva riflettuto.
Dalla condivisione è emerso che tutte le sei suore erano persone serene, allegre, sempre pronte a prestare aiuto ai malati loro affidati e verso le consorelle. Anche se qualcuna era dubbiosa sulla destinazione missionaria ed è partita per il Congo solo per obbedienza, una volta giunta in missione ha dimenticato qualunque dubbio; tutte si sono donate nel loro servizio senza risparmiarsi, anche quando ormai l’epidemia era evidente, e traendo sempre forza dalla preghiera. Ci siamo domandati se noi saremmo stati capaci di lasciare tutto e partire come hanno fatto loro, o anche più semplicemente se siamo capaci nella nostra vita di tutti i giorni di donarci agli altri in modo autentico e gratuito. Ognuno, dentro di sé, dovrà cercare la risposta.